English  Italian                                                                            Back

 

Davide Cascio
Rooms, Roses, Polyhedrons

Premio culturale Manor Ticino

Museo Cantonale d'Arte, Lugano
23 novembre 2007– 6 gennaio 2008

Inaugurazione: giovedì 22 novembre, ore 18.30
Conferenza stampa: giovedì 22 novembre, ore 11.00

Il secondo piano del Museo Cantonale d’Arte ospita, a partire dal 23 novembre, una mostra personale di Davide Cascio, artista al quale è stato assegnato quest’anno il Premio culturale Manor Ticino.

La mostra, intitolata Rooms, Roses, Polyhedrons, presenta al pubblico una serie di opere recenti di questo giovane artista, nato a Lugano nel 1976, che negli ultimi anni si sta affermando come una delle figure più interessanti del panorama artistico ticinese.

Quello di Davide Cascio è un lavoro complesso, ricco di rimandi e riferimenti al passato, all’interno di una riflessione in cui si intrecciano motivi tratti non solo dal mondo delle arti visive, ma anche dall’architettura, dalla letteratura, dalla filosofia, dal cinema. A guidare l’artista in questo suo muoversi all’interno dell’archivio della storia, è un procedimento associativo che gli permette di ricomporre e rielaborare nella progettazione delle opere elementi provenienti da realtà storiche e culturali molto diverse. Una ricerca, la sua, che si iscrive nell’esigenza che accomuna molti artisti delle ultime generazioni di tornare a riflettere e a confrontarsi con il tema della modernità.

Il rigore geometrico delle “architetture” elaborate dall’artista, in cui traspare l’influenza dell’Architettura radicale degli anni Sessanta, non escludono l’elemento figurativo. Nei collage, tecnica che l’artista utilizza spesso, l’accostamento di frammenti fotografici tratti da fonti diverse serve a delineare paesaggi utopici oppure a declinare frammenti di realtà in composizioni astratte, in cui traspare l’interesse per gli schemi ornamentali della tradizione islamica.

Le cinque installazioni ambientali presentate in questa esposizione, costituiscono altrettanti spazi che rappresentano delle concretizzazioni di percorsi del pensiero, dei modelli architettonici che definiscono lo “spazio mentale all’interno del quale è possibile costruire utopie”.

Il Premio Manor, presente da anni in numerose regioni e città svizzere, costituisce uno dei più importanti riconoscimenti nell’ambito dell’arte contemporanea svizzera. Riservato ad artisti che abbiano meno di 40 anni, esso intende promuovere giovani artisti di talento non ancora noti al grande pubblico, offrendo loro un sostegno concreto. Il premio prevede, infatti, oltre all'organizzazione di una mostra e alla pubblicazione di un catalogo, anche una borsa in denaro. In Ticino, il premio, fondato nel 2005, viene attribuito ogni due anni.

Esposizione a cura di Elio Schenini

Catalogo con testi di
Elio Schenini, Mounira Khemir, Christa-Maria Lerm Hayes
Italiano-inglese e francese, pp. 96
Museo Cantonale d’arte, Lugano/ edition fink, Zurigo

Informazioni e richiesta di materiali stampa:
Museo Cantonale d'Arte (Benedetta Giorgi Pompilio), Lugano tel. 0041.(0)91. 9104780 fax 0041.(0)91.9104789  e-mail: benedetta.giorgi@ti.ch

 

Davide Cascio, Polyhedra (stanza per leggere L'Ulisse di Joyce), 2004
 
   

Museo Cantonale d'Arte
Via Canova 10
6900 Lugano (Switzerland)
t +41 (0)91 910 47 80
f +41 (0)91 910 47 89

e-mail  decs-mca@ti.ch
Orari: martedì 14-17
mercoledì a domenica 10-17, lunedì chiuso

www.museo-cantonale-arte.ch

Comunicato stampa: Pdf
Press release: Pdf

Plug-in
Contemporary art services
www.plug-in.ch
   
subscribe | up-date                                                  to unsubscribe click / here