Texts

 

Centre d'art contemporain Genčve

 2

IL GIORNALE DELL'ARTE, N. 161, DICEMBRE 1997



A Ginevra, la sessualitą arabescata di Sue Williams
GINEVRA. Č una Sue Williams pił soft quella che emerge dalle opere recenti esposte in una personale in corso sino al 28 febbraio nel Centre d'art contemporain. Rispetto al violento neoespressionismo dedli esordi, mirato a una denuncia della condizione femminile, i dieci giganteschi dipinti e il wall-drawing realizzati per l'occasione mostrano uno spostamento verso una pił ambigua strategia pittorica, dove le cromie, particoloarmente acide, sono applicate a ritmi arabescati, come gią evidenziato nella partecipazione della quarantatreenne artista americana alla scorsa edizione della Biennale del Whitney Museum. Insieme alla Williams, sino al 21 dicembre, Fabrizio Giannini, trentatreenne luganese, allestisce nella sala «Projects» dello stesso museo un'installazione composta da immagini fotografiche tratte da trasmissioni televisive.Tema di questo lavoro, la serializzazione  di tipologie sociali o iconografiche desunte come ready-made dal pił potente e diffuso mezzo di comunicazione.